allestimento museale della sede dell’A.S.I., roma, 2017-2021

Ideazione e progetto di fattibilità dell’allestimento museale della Sede dell’Agenzia Spaziale Italiana di Roma
Project team: Mattia Darò (designer), Viviana Panaccia (curator), Vertigo (visual)
Committente: ASI – Agenzia Spaziale Italiana
Dimensioni: 500/1000mq
Costo realizzazione allestimento (stima): 250k €

Progetto: 2017-19
Inaugurazione >> Settembre 2021

Il progetto di allestimento museale della sede istituzionale dell’Agenzia Spaziale Italiana, sita in Roma in via del Politecnico snc, è stato ideato per sviluppare un percorso museale indirizzato alla trasformazione degli spazi di rappresentanza e dell’uso della sede in un polo divulgativo nazionale, che promuova soprattutto tra i giovani la conoscenza della storia dell’esplorazione spaziale e che evidenzi in modo particolare il contributo italiano e il ruolo dell’Agenzia Spaziale Italiana in questa grande avventura dell’uomo.
L’elemento guida del progetto è stato il rispetto dell’espressione architettonica della sede fortemente caratterizzata dalle sue atmosfere metafisiche, legate allo stesso tempo a suggestioni spaziali, che si manifestano con colori freddi, forme e spazi minimali. Al fine di sviluppare un dialogo costante con l’architettura ospitante, gli inserimenti di nuove strutture hanno voluto quindi tenere conto di tali caratteristiche. Allo stesso tempo si sono voluti valorizzare gli spazi con un ampio ricorso a tecnologie multimediali innovative, che consentano di realizzare installazioni dinamiche e di forte impatto emotivo capaci di avvicinare un pubblico sempre più vasto e non solo di addetti ai lavori. L’utilizzo di tali tecnologie permette un facile e costante aggiornamento dei contenuti al fine di mantenere i percorsi espositivi sempre attuali e in linea con le strategie di comunicazione istituzionale adottate dall’Ente nelle attività di divulgazione.

Un attento studio degli edifici ha portato all’individuazione dei luoghi più idonei ad accogliere le soluzioni proposte e di spazi da valorizzare, ora inutilizzati e, in alcuni casi, periferici ai flussi di maggior passaggio.
Una cura particolare è stata dedicata alla identità visiva, che contribuisce a legare insieme le varie aree del percorso espositivo attraverso la realizzazione di un racconto storico-scientifico coerente e di facile fruibilità.
Il progetto allestitivo si pone per la sede dell’Ente un duplice obiettivo: far si che essa possa attrarre, attraverso i numerosi eventi organizzati, sia la popolazione studentesca sia un pubblico più generalista, caratterizzandosi a livello nazionale come importante polo di divulgazione della cultura spaziale e allo stesso tempo possa diventare, attraverso gli interventi estesi alle aree di lavoro, alle sale di rappresentanza e alle aree esterne, un luogo dove lo spazio non sia solo lavoro ma emozione e aggregazione.

uno studio a Parigi (nell’XI)

Intervento di ristrutturazione e ridefinizione spaziale di un mini appartamento sotto tetto ad uso studio
intervento: trasformazione edilizia, rifacimento impianti e disegno di alcuni arredi
consulenza al progetto con Laurent Stalder, Momoyo Kaijima (Atelier Bow-Wow)
28mq – 55k €
rue de cherenton (XI°) Paris, 2018
realizzato

“una progetto/riflessione (con formalizzazione) dello spazio dell’abitare/lavorare.”

Vacanze Romane | IED Roma al Salone del Mobile 2018

Il prossimo 19 Aprile durante il Salone del Mobile di Milano 2018, presso lo Spazio Wacom in Via Tortona, Tommaso Arcangioli presenterà una selezione dei progetti elaborati dagli studenti di IED Roma nei tre corsi di progettazione del terzo anno (tenuti in parallelo da me, Tommaso e Vincenzo Di Siena) che hanno affrontato il tema dell’abitare temporaneo nell’era della “casa vacanza” >> LINK

una galleria dei progetti del corso da me tenuto (canale B)

 

apartment in via calabria, rome 2016

intervento di ristrutturazione di un grande appartamento con particolare attenzione al mantenimento di dettagli e finiture originali
intervento: trasformazione edilizia, nuovi impianti e disegno dei mobili
project: Mattia Darò
200mq – 120k €

 

domestic mobile furniture (the puppeteer), 2016

the puppeteer, il burattinaio:

hypothesis of unique furniture for the domestic environment

ipotesi di arredo unico per ambiente domestico

(thinking to Ettore Sottsass, Joe Colombo, Jean Prouvé.. pensando a Ettore Sottsass, Joe Colombo, Jean Prouvé..)

wake up and breakfast
wake up and breakfast

noon, lunch
noon, lunch

in the evening, before going to bed
in the evening, before going to bed

everything arranged, we can go out
everything arranged, we can go out

idea scheme
idea scheme